Fragole: come conservarle

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Tiramisù alle fragoleCocktail alle fragoleTorta gelato alle fragoleConfettura alle fragoleEton mess

Le fragole sono davvero le regine dell’estate: rosse, succose, danno colore a ogni piatto, per non parlare di quanto sono buone nella macedonia o con la panna, il più classico degli sfizi a tavola. Ma tutti sappiamo che deperiscono in fretta: per gustarle al meglio, andrebbero comprate e consumate fresche. Ma non sempre se ne ha la possibilità.
E allora come fare a conservarle?
Si possono tenere in frigo per qualche giorno, oppure anche congelarle.
Ecco tutti i trucchi, tutti svelati qui sotto, e nella gallery qualche consiglio per tingere di rosso delle ricette da leccarsi i baffi.

Fragole, come conservarle in frigo

Sceglietele bene

Per prima cosa, le fragole vanno scelte bene: di un bel rosso brillante, ma non troppo avanti con la maturazione né ammaccate: le fragole già ammuffite o con parti rovinate non dureranno molto a lungo.

Attenzione al contenitore

No ai sacchetti di plastica per alimenti e nemmeno ai contenitori ermetici: le fragole devono poter “respirare”. Quindi, scegliete un contenitore di plastica o ancora meglio di vetro, se avete anche uno scolapasta andrà bene e rivestitelo con un canovaccio di cotone, per far sì che l’ambiente sia bene isolato dall’umidità. Abbiate cura di riporle nel contenitore senza chiuderlo.

Perché non lavare le fragole 

Le fragole sono un alimento che assorbe e trattiene molto l’umidità, quindi prima di riporle per la conservazione, non lavatele: fatelo solo a ridosso del consumo.

Mettere le fragole in frigo senza pulirle 

Non mondatele nemmeno del picciolo né lavoratele prima di riporle: conservatele al naturale, se possibile distanziate l’una dall’altra, in modo che non si tocchino.

Bagnare le fragole con l’aceto

Dopo tutti questi passaggi, le fragole dovrebbero conservarsi in frigo per poco meno di una settimana, al massimo. Ma se volete che durino un po’ di più, immergetele per poco tempo nell’aceto. Poi scolatele e asciugatele con cura una alla volta.

Fragole: come conservarle in freezer

Come congelare le fragole

Le fragole sono i frutti tipici della bella stagione. Se desiderate averne a disposizione anche durante l’inverno, la soluzione è congelarne qualcuna di fresca. Il consiglio, se si ha un freezer capiente, è di congelarle distanziate su una teglia, per poi metterle in un contenitore in un secondo tempo. Così non trattengono l’umidità.

Congelare le fragole con lo zucchero

Per congelarle al meglio, preparate uno sciroppo a base di acqua calda e zucchero, con cui condire le fragole. Prima di riporle in un vasetto di vetro, assicuratevi che lo sciroppo si sia raffreddato, poi chiudetelo per bene e congelatele. Allo stesso modo, potete condire le fragole solo con lo zucchero (senza acqua) e metterle in un vasetto, ma prima di congelarle, fate passare almeno un quarto d’ora, di modo che lo zucchero sia ben assorbito dalle fragole.

Come fare i cubetti di ghiaccio con le fragole 

Una bella idea, anche da aggiungere ai cocktail, è quella di congelare le fragole sotto forma di purea. Dopo averle mondate, mettetele in un mixer, cui aggiungerete un po’ di succo di limone. Frullate e poi versate la purea ottenuta negli stampi per i cubetti di ghiaccio, pronti da congelare.

Fragole: fanne una confettura!

La confettura di fragole è una delle più amate da grandi e piccini, per la sua dolcezza. Facile da fare, richiede tempo per la macerazione delle fragole, ma è un ottimo modo per conservare questo frutto e averlo sempre a disposizione anche nella stagione fredda, per crostate, torte o altre ricette. Ecco come prepararla.

Come fare la confettura di fragole: la ricetta

Ingredienti

500 g di fragole

140 g di zucchero

50 g di succo di limone

Procedimento

Per prima cosa, lavate le fragole mature sotto l’acqua corrente, mondatele del picciolo e delle parti ammaccate, tagliatele a pezzetti, mettetele in una pentola, aggiungete il succo di limone con lo zucchero. Ora mescolate bene, facendo amalgamare lo zucchero. Lasciatele a macerare per un tempo tra le 7 e le 12 ore. Nel frattempo, sanificate i barattoli di vetro che andranno a contenere la confettura (a questo link trovate le linee guida fornite dal Ministero della Salute).

Trascorso il tempo della macerazione, portate la pentola sul fuoco e fate cuocere la composta a fuoco lento, mescolate ogni tanto e portate a ebollizione. Fate cuocere per più di mezz’ora, facendo raggiungere la temperatura di 108° (utilizzate un termometro da cucina per misurarla). Invasate la confettura ancora calda e avvitate il tappo, il calore creerà il sottovuoto. Per verificarlo, una volta che la confettura si sarà raffreddata, basta che premete il centro del coperchio: se non fa “clack”, il sottovuoto c’è.

Che ne pensi?

More To Explore

best buy

Ultimo giorno di Prime Day Sale

Giusto un appunto a tutti per ricordarci che oggi è l’ultimo giorno di Saldi su Amazon se avete l’abbonamento Prime e soprattutto qualche soldo sulla